Cell. +39 347 431 0118 - Tel. 049 73 85 175
0

Carrello

PULITE, PROFUMATE…AVVELENATE

Contrariamente a quanto si possa pensare, spesso le nostre case, anche se curate e profumate, possono trasformarsi in vere e proprie camere a gas.

Pericolose per la salute ma, purtroppo, molto più vicine di quanto si pensi, formaldeide, limonene, tuolene, benzene, biossido di azoto, particolato, sono, infatti, comunemente presenti nell’ambiente in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo.
Catalogate sotto la voce COV (Solventi Chimici volatili) sono il sotto prodotto della quasi totalità dei prodotti chimici utilizzati per disinfettare, igienizzare, sgrassare, profumare l’ambiente.
Inodori o profumati i COV, sotto forma di micro particelle o sostanze gassose, spesso troppo piccole e incorporee per essere “bloccate” dai normali depuratori d’aria, superano le nostre difese naturali penetrando nei polmoni e da lì nel sangue causando danni, anche seri, al nostro organismo.
Irritazioni cutanee, occhi che lacrimano, naso che cola, gola irritata, emicranie e disturbi nervosi sono tra i più comuni effetti collaterali associati alla respirazione di questi dei veleni indoor ma la loro regolare inalazione può portare a conseguenze ben più gravi, se non addirittura il decesso.
Se si considera che trascorriamo, in media, venti ore al giorno all’interno di luoghi confinati, inalando circa 15 metri cubi di aria inquinata da 5 a 50 volte più di quella esterna, è facile immaginare perché secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’inquinamento indoor rappresenti una vera emergenza sanitaria.
Soprattutto per i bambini che, con un sistema immunitario meno sviluppato ed una respirazione più veloce, sono particolarmente esposti ai danni provocati da queste sostanze.